Quattro vittorie e un pareggio. Questo il bilancio della riunione dell'estate, andata in scena allo stadio Francioni di Latina. Circa mille persone hanno assistito all'evento che resterà nella storia della nostra boxe: cinque professionisti pontini opposti ad altrettanti arrivati dalla Bosnia, hanno regalato emozioni vere, quelle che solo il ring sa dare.
Domenica la riunione si è aperta con il match dilettantistico che, per i pesi Leggeri, ha visto Fanella (Boxe Sabaudia) battere ai punti Azen (Audax Cisterna). Poi largo ai professionisti. Il primo a salire sul ring è stato Antonio Conforto. Il Piuma di Priverno è partito bene, ha preso subito confidenza col match, aumentando il ritmo col trascorrere dei minuti, fino a imporsi per ko tecnico alla terza ripresa su Ranko Davidovic. A seguire sul ring è salito Mirko Marchetti (Body Evolution) contro Darko Vasiljevic, per i SuperWelter. Il match è stato duro, tirato, equilibrato ed emozionante, alla fine però a fare la differenza è stata la maggiore voglia di vincere del pugile di Cisterna, capace di imporsi meritatamente ai punti. È finito in parità, invece, l'incontro tra Riccardo Battisti (combatte per la Massai Civitavecchia Boxe) e Nicola Ivkovic. Il SuperLeggero di Sezze, si è dovuto accontentare di un pari che, per com'è andato il match, ci può comunque stare. Poi è stato il turno dell'idolo di casa, del pontino doc Fabio Cascone. Il SuperWelter (in questo periodo storico è affiliato con la Pro Fighting Roma) ha battuto per ko tecnico alla seconda ripresa Stefan Markovic. Il pugile di Latina, dopo un piccolo passaggio a vuoto iniziale, ha dato libero sfogo alla propria boxe, mettendo il match sui binari giusti fino ad un rapido successo. Per ko tecnico alla seconda ripresa si è imposto anche il MedioMassimo Feker Abbassi (Audax), che ha battuto Boris Mrkonjic. La riunione di domenica è stata la degna conclusione di un weekend di grandissimo pugilato, iniziato con la mista di venerdì che ha avuto il suo clou nel match professionistico tra il Welter Castellucci (Phoenix Boxe Pomezia) e Hamit Cuni, albanese: si è imposto il pugile pometino per ko tecnico alla sesta ripresa. È andata male, invece, a Nappi (The Champion) battuto da Quamili (Roma Boxe) nei Leggeri. Bene Tafuri (Sabaudia Boxe) che ha battuto ai punti D'Alfonzi (Boxe Danilo Ariccia) per i pesi Massimi. Petrole (Boxe Priverno) si è imposto ai punti su Salvatori (Ostia Boxe) per i Welter, mentre Picano (Boxe Minturno) ha pareggiato con Hustric (Phoenix Pomezia) per i SuperLeggeri. Sconfitto Gardiolo (Boxe Faiti) per RSCI da Bonifazio (Ariccia Boxe) nei Medio Massimi. Successo infine per Aouichaovi (Boxe Sabaudia) che ha battuto Calandri (Danilo Boxe Ariccia). Il weekend dedicato alla boxe ha ribadito ancora una volta che Latina è patria di pugilato. Lo è ancor di più da quando Maurizio Centra con la The Champion e Assunta Maria Capozzi con Idea 10 eventi e promozioni hanno deciso di collaborare. Ne è nato un binomio in cui la capacità organizzativa di Idea 10 e l'esperienza in ambito tecnico di Centra si completano nella maniera giusta. Fondamentale per la realizzazione dell'evento è stato anche l'apporto di Nazareno Frasca, presidente provinciale Asi e titolare del Cue Club di viale Nervi.