A meno di un anno dalle Olimpiadi di Tokyo, i canoisti e i canottieri del Terzo Nucleo Atleti delle Fiamme Gialle di Sabaudia, tra pochi giorni, dovranno fare i conti con le gare di qualificazione per strappare i pass olimpici.
Sia la canoa che il canottaggio avranno l'opportunità di ottenere le qualificazioni olimpiche durante i Campionati del Mondo Assoluti, in programma entrambi a fine agosto.
In particolare dal 21 al 25 agosto, a Szeged in Ungheria, i canoisti guidati dal Direttore Tecnico, Oreste Perri, parteciperanno al Mondiale più importante di tutto il quadriennio olimpico. Saranno sei gli atleti delle Fiamme Gialle che tenteranno la scalata olimpica.
Nicola Ripamonti, Giulio Dressino, Mauro Crenna, Matteo Torneo, Luca Beccaro e Samuele Burgo sono gli ingredienti principali della ricetta elaborata in meno di un anno dal "Perri-bis" (già dittì della FICK dal 1984 al 2008).
A 20 giorni dall'inizio del Mondiale ungherese, gli azzurri sono ancora in ritiro in altura in Val Senales (BZ), da dove scenderanno tra pochi giorni per tornare a quota zero e ultimare la preparazione in vista delle gare di qualificazione olimpica.
Formazioni ancora top secret e in fase di definizione ma con la certezza che i sei uomini delle Fiamme Gialle saranno protagonisti.
Il remo azzurro, dopo l'intero inverno passato ad allenarsi a Sabaudia, è ormai da diversi mesi a Piediluco, sede del Centro Nazionale di Preparazione Olimpica della Federazione Italiana Canottaggio.
Dal 25 agosto al 1 settembre Valentina Rodini, Matteo Lodo, Domenico Montrone, Mario Paonessa, Paolo Perino, Luca Rambaldi, Simone Venier, Giuseppe Vicino, Andrea Panizza, Emanuele Fiume, Giacomo Gentili, Leonardo Pietra Caprina e Filippo Mondelli parteciperanno al Mondiale Assoluto di Linz in Austria, valido per l'assegnazione dei pass olimpici per Tokyo 2020.
Occhi puntati sul due senza di Lodo e Vicino che, dopo l'oro mondiale del 2017 e l'anno di stop subito dal capovoga Vicino nel 2018, tornano a gareggiare insieme per acciuffare la loro seconda Olimpiade e, magari, qualcosa di più. È certamente l'equipaggio più atteso dell'Italia remiera, quello capace di vincere nel 2018 sia il Mondiale che l'Europeo Assoluto. Stiamo parlando del quattro di coppia tutto gialloverde di Giacomo Gentili, Luca Rambaldi, Andrea Panizza e Filippo Modelli. Il quartetto targato Fiamme Gialle si sta dimostrando in continua crescita, pronto a fare grandi cose anche nel 2019 e magari superarsi in terra nipponica nel 2020.