Il terracinese Matteo Lodo conquista la carta olimpica di Tokio e, in coppia con Giuseppe Vicino, porta il Due Senza Senior maschile alle Olimpiadi di Tokio, Il tutto al termine della semifinale iridata nel bacino di Linz in Austria, che non solo ha qualificato la barca azzurra e Fiamme Gialle alla finale per la conquista del titolo, ma ha finito per spingerla verso la competizione a cinque cerchi in terra nipponica. La gara - arrembante e decisa la partenza della barca azzurra che si stacca all'unisono con la barca croata. In questo scontro tra titani il due senza azzurro passa secondo ai 500 metri dietro alla Croazia che fa il ritmo di gara e, sempre incollati alla Croazia, l'Italia è seconda anche al passaggio dei 1000 metri con trentanove colpi al minuto. Gara durissima tra Croazia e Italia per la prima posizione, mentre si inserisce anche la Spagna a fare da terzo incomodo. Al passaggio dei 1500, con un numero di colpi molto alto, sono sempre i croati a mantenere la testa della gara. Una situazione che diventa incandescente anche negli ultimi 400 metri quando la Spagna aumenta il ritmo per andare a prendere l'Italia che però reagisce e si attacca la Croazia che, memore della finale del mondiale del 2017, aumenta ancora di più i colpi per non farsi sorprendere dal finale della coppia azzurra. Ma l'Italia risponde e tiene a distanza la Spagna per avere la certezza del passaggio in finale e conquistare il pass per le Olimpiadi di Tokyo. Italia in finale e a Tokyo 2020. 1. Croazia (Martin Sinkovic, Valent Sinkovic) 6.27.08, 2. Italia (Matteo Lodo, Giuseppe Vicino-Fiamme Gialle) 6.28.96, 3. Spagna (Jaime Canalejo Pazos, Javier Garcia Ordonez) 6.29.32, 4. Sudafrica (John Smith, Lawrence Brittain) 6.31.39, 5. Serbia (Martin Mackovic, Milos Vasic) 6.50.09, 6. Bielorussia (Dzmitry Furman, Siarhei Valadzko) 7.07.84