Nel Salone d'Onore del CONI si è svolto ieri il tradizionale incontro di fine anno delle Fiamme Gialle durante il quale sono stati premiati gli atleti delle Sezioni Giovanili, illustrata la prossima stagione agonistica e assegnati il premio "Atleta dell'Anno Fiamme Gialle" a Dorothea Wierer, i premi "Compagni di viaggio", "Studio e sport Fiamme Gialle" e "Genitore dell'anno Fiamme Gialle" .
Alla presenza del Presidente del CONI Giovanni Malagò, del Vicepresidente Vicario del CIP Sandrino Porru, del Segretario Generale del CONI Carlo Mornati,dei Vicepresidenti del CONI Franco Chimenti e Alessandra Sensini, del Membro del CdA di Sport e Salute Francesco Landi, dei Presidenti Federali Giuseppe Abbagnale (FIC), Luciano Buonfiglio (FICK), Francesco Ettorre (FIV) Alfio Giomi (FIDAL), Andrea GIOS (FISG) e Gianfranco Ravà (FICr), del Commissario Straordinario UITS Igino Rugiero e di altre numerose Autorità politiche, sportive e militari, le Fiamme Gialle hanno salutato il 2019 premiando i migliori atleti delle Sezioni Giovanili che nella stagione appena conclusa hanno conseguito risultati d'eccellenza in campo nazionale e internazionale.

Molti i giovani campioni premiati, appartenenti alle discipline di atletica leggera, nuoto, canoa e canottaggio e sci alpino.
Tra di essi spiccano i nomi dei canottieri Matteo Sartori, figlio del Campione olimpico Alessio, bronzo ai Mondiali Junior e argento agli Europei Junior nel doppio ed Emanuele Capponi, timoniere dell'otto fuoriscalmo campione d'Italia Junior. "Genitore dell'anno Fiamme Gialle" è stata nominatala signora Roberta Feudi, mamma di Carlo e Serena Di Girolamo, giovani canoisti che svolgono la loro attività a Sabaudia, per l'impegno nel seguire e sostenere l'attività dei figli e l'attaccamento ai colori gialloverdi.