Perugia-Cisterna 3-1 (24-26; 25-17; 25-21; 25-22)
Sir Safety Conad Perugia: Piccinelli, Ricci 6, Taht 4, Leon 21, Lanza 1, Zhukouski, Russo 4, Colaci (lib.), Atanasijevic 22, De Cecco 2, Plotnyskyi 20, Podrascanin. Ne: Hoogendoorn, Biglino. All. Heynen
Top Volley Cisterna: Pelsac 1, Szwarc 5, Van Garderen, Sottile, Patry 19, Karlitzek 16, Elia 1, Rossi 4, Rondoni (lib.), Palacios 6. Ne: Rossato, Onwuelo. All. Tubertini
Arbitri: Frapiccini -Canessa
Note: Perugia: ricezione 63% (31%), attacco 56%, aces 9 (err.batt. 18), muri pt. 7; Cisterna: ricezione 46% (22%), attacco 52%, aces 1 (err.batt. 12), muri pt. 8
Un grande primo set e, soprattutto, una resistenza che si è protratta sino al quarto, non sono bastati alla Top Volley Cisterna per fare come nel match di andata, alla prima di campionato e portar via da Perugia un punto che sarebbe stato oro, inutile nasconderlo, nel discorso salvezza che vede coinvolti i pontini unitamente alla Tonno Callipo Vibo Valentia, che ieri ha osservato il proprio turno di riposo e alla Globo Sora, sconfitta in casa da Verona: 3-1 il finale in favore della "corazzata" umbra che, però, ha dovuto faticare, e non poco, per avere ragione di Sottile e compagni.