Cisterna-Civitanova 1-3 (25-23; 19-25; 17-25; 22-25)
Top Volley Cisterna: Peslac, Szwarc 10, Cavaccini (L) ne, Van Garderen 11, Sottile, Rossato ne, Patry 8, Karlitzek 12, Elik ne, Rossi 9, Onwuelo, Rondoni (L), Palacios 14. All: Tubertini.
Cucine Lube Civitanova: Anzani 5, Kovar, D'Hulst ne, Marchisio (L), Juantorena 16, Massari, Leal 19, Richlicki 15, Diamantini 1, Simon 11, Mossa, Bienek ne, Balaso (L). All: De Giorgi.
Arbitri: Dominga Lot - Frederick Moratti
Note: Top Volley Cisterna: ace 5, err.batt. 24, ric.prf 21%, att. 44%, muri 8. Cucine Lube Civitanova: ace 7, err.batt.15, ric.prf 32%, att. 52%, muro 6. Spettatori 1680.
I punti in classifica restano nove. E preoccupano, tanto. Poi, per carità, il match di ieri sera contro i campioni d'Italia, d'Europa e del Mondo della Cucine Lube Civitanova, era proibitivo in origine, ma dopo un primo set giocato alla pari, se non in maniera superiore, in molti avevano sperato in una serata di gloria, ed invece alla fine la Top Volley Cisterna ha dovuto alzare bandiera bianca contro lo strapotere di Juantorena e compagni: 1-3 il finale e penultimo posto in classifica che, se il campionato fosse finito ieri, vorrebbe dire retrocessione.