Diciassette giorni al Meeting Nazionale Coop, 37 alla prima prova di Coppa del Mondo. Il conto alla rovescia verso questi due grandissimi appuntamenti remieri corre veloce, più di quanto uno possa immaginare. Intanto, in una due giorni uggiosa e fredda, sono andati in archivio gli SpringTrials2020. Una gara altamente valutativa voluta dal Direttore Tecnico Francesco Cattaneo per avere indicazioni da utilizzare per la formazione degli equipaggi in vista dei prossimi appuntamenti: il primo Meeting Nazionale COOP e la prima prova di Coppa del Mondo, entrambe le gare programmate a Sabaudia.

La prima gara di ieri pomeriggio è stata quella che ha visto impegnate le donne nel doppio pesi leggeri e nel due senza senior, ovviamente con handicap in partenza. Una gara avvincente e piena di agonismo che ha visto il doppio pielle di Federica Cesarini (Fiamme Oro/Canottieri Gavirate) e Valentina Rodini (Fiamme Gialle/SC Bissolati) ricuperare il gap iniziale sui due senza e vincere la gara davanti alla barca di punta formata da Aisha Rocek (Carabinieri/SC Lario) e Kiri Tontodonati (Fiamme Oro/CUS Torino). Terzo posto per il due senza di Chiara Ondoli (CC Aniene) e Alessandra Patelli (SC Padova), quarto quello di Benedetta Faravelli (Carabinieri/SC Esperia) e Laura Meriano (Carabinieri/Garda Salò) e quinta la barca di Giorgia Pelacchi (Fiamme Rosse) e Arianna Bini (CUS Pavia).

La seconda partenza ha visto prendere il via gli specialisti pesi leggeri del singolo con Pietro Ruta (Fiamme Oro) a fare da apripista e vincere la gara davanti a Niels Torre (SC Viareggio), secondo, seguito dal compagno di doppio Stefano Oppo (Carabinieri). Quarto posto per Gabriel Soares (Marina Militare), quinto Catello Amarante (Marina Militare), sesto Martino Goretti (Fiamme Oro) e settimo Antonio Vicino (Marina Militare/CRV Italia). Ottima la prova del due senza di Matteo Lodo e Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle) che hanno vinto la loro gara mettendo in fila le coppie del quattro senza: Matteo Castaldo (Fiamme Oro/RYCC Savoia) e Bruno Rosetti (CC Aniene), secondi, Marco Di Costanzo (Fiamme Oro) e Giovanni Abagnale (Marina Militare), terzi. Quarto posto per Cesare Gabbia (Marina Militare/SC Elpis) e Emanuele Fiume (Fiamme Gialle/Pro Monopoli), quinto per Alfonso Scalzone e Salvatore Monfrecola (RYCC Savoia).

Gara senza di colpi di scena quella del quattro di coppia e otto con la barca di Giacomo Gentili (Fiamme Gialle/SC Bissolati), Luca Rambaldi, Andrea Panizza (Fiamme Gialle) e Luca Chiumento (Fiamme Gialle/SC Padova) (al posto di Mondelli) che ha preso il largo da subito e ha vinto la gara. Secondo posto per la formazione Gennaro Di Mauro (CC Napoli), Simone Venier (Fiamme Gialle), Simone Martini (SC Padova) e Andrea Cattaneo (Carabinieri/SC Bissolati), e terzo, partito a handicap, l'ammiraglia formata da: Andrea Maestrale, Raffaele Giulivo, Luca Parlato (Marina Militare), Domenico Montrone, Mario Paonessa (Fiamme Gialle), Vincenzo Abbagnale (Marina Militare), Leonardo Pietra Caprina (Fiamme Gialle/CC Aniene), Davide Mumolo (Fiamme Oro/SC Elpis), Enrico D'Aniello (Fiamme Oro) al timone. Terminato il primo blocco di partenza, lo staff tecnico ha concesso un'ora e mezzo di stacco e alle 17.30 sono riprese le gare del secondo blocco. La prima a prendere il via è stata quella del doppio pesi leggeri e senior, con partenze scaglionate, che ha registrato la vittoria della barca di Alessandra Montesano (Fiamme Gialle/SC Eridanea) e Clara Guerra (Fiamme Gialle/CC Pro Monopoli), che si sono imposte su quella pielle di Federica Cesarini (Fiamme Oro/Canottieri Gavirate) e Valentina Rodini (Fiamme Gialle/SC Bissolati). Terzo posto per la formazione di Stefania Gobbi (Carabinieri/SC Padova) e Stefania Buttignon (SC Timavo), mentre a seguire si sono piazzate Valentina Iseppi e Carmela Pappalardo (CC Aniene); Ludovica Serafini (CC Aniene) e Elisa Mondelli (SC Moltrasio); Giovanna Schettino (CC Aniene) e Veronica Lisi (SC Padova). Altra gara a handicap che preso il via sotto un incipiente acquazzone è stata quella del due senza senior e doppio pesi leggeri che ha registrato la seconda vittoria di giornata per la formazione Matteo Lodo e Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle) che si sono imposti davanti al doppio pesi leggeri di Stefano Oppo (Carabinieri) e Pietro Ruta (Fiamme Oro) i quali hanno mantenuto la distanza dalle formazioni di Martino Goretti (Fiamme Oro) e Niels Torre (SC Viareggio) e Gabriel Soares (Marina Militare) e Antonio Vicino (Marina Militare/CRV Italia). Bella anche la gara del quattro senza con quattro barche al via. A vincere la formazione quarta ai mondiali assoluti, di Giovanni Abagnale (Marina Militare), Bruno Rosetti (CC Aniene), Matteo Castaldo (Fiamme Oro/RYCC Savoia) e Marco Di Costanzo (Fiamme Oro) seguiti da quella composta da Cesare Gabbia (Marina Militare/SC Elpis) e Emanuele Fiume (Fiamme Gialle/Pro Monopoli), Salvatore Monfrecola e Alfonso Scalzone (RYCC Savoia). Più staccati i quattro senza derivanti dall'otto finiti al terzo posto, con Luca Parlato, Vincenzo Abbagnale (Marina Militare), Leonardo Pietra Caprina (Fiamme Gialle/CC Aniene), Davide Mumolo (Fiamme Oro/SC Elpis) e al quarto posto con la formazione di Andrea Maestrale, Raffaele Giulivo (Marina Militare), Mario Paonessa e Domenico Montrone (Fiamme Gialle). L'ultima regata del programma di ieri pomeriggio, praticamente corsa quasi al buio, è stata quella del doppio senior con Giacomo Gentili (Fiamme Gialle/SC Bissolati) e Andrea Panizza (Fiamme Gialle) a dominare la gara seguiti dall'esperto Simone Venier (Fiamme Gialle) e dal giovane Gennaro Di Mauro (CC Napoli). Terzo Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) e Luca Chiumento (Fiamme Gialle/SC Padova) che nella seconda parte hanno avuto la meglio su Gergo Cziraki (SC Ravenna) e Ivan Capuano (Marina Militare/RYCC Savoia), quarti davanti a Simone Martini (SC Padova) e Andrea Cattaneo (Carabinieri/SC Bissolati). Ieri sera, al termine, tutti a riposo mentre i tecnici elaboravano i risultati e questa mattina, alle 9.00, sono ripresi i lavori valutativi con la gara femminile a handicap tra il quattro senza e il quattro di coppia.A vincere è stato il quattro senza di Chiara Ondoli (CC Aniene), Alessandra Patelli (SC Padova), Kiri Tontodonati (Fiamme Oro/CUS Torino) e Aisha Rocek (Carabinieri/SC Lario) che hanno mantenuto il distacco iniziale dell'handicap sul quattro di coppia formato da Alessandra Montesano (Fiamme Gialle/SC Eridanea), Clara Guerra (Fiamme Gialle/CC Pro Monopoli), Valentina Iseppi e Ludovica Serafini (CC Aniene). Terza piazza, invece, per il quattro di coppia con a bordo Stefania Gobbi (Carabinieri/SC Padova), Stefania Buttignon (SC Timavo), Elisa Mondelli (SC Moltrasio) e Carmela Pappalardo (CC Aniene). A chiudere la gara al quarto posto il quattro senza di Laura Meriano (Carabinieri/Garda Salò), Benedetta Faravelli (Carabinieri/SC Esperia), Giorgia Pelacchi (Fiamme Rosse) e Arianna Bini (CUS Pavia). Da questo pomeriggio il raduno olimpico continua come da programma e andrà avanti fino al 15 marzo prossimo.