E' appena finita la stagione di Serie D ma per l'Aprilia Calcio è già tempo di parlare di futuro. In realtà le voci di un imminente arrivo di diverse novità dalle parti di via Bardi si inseguono ormai da qualche mese. Voci che si sono trasformate in realtà quando anche la società biancoazzurra non ha potuto più negare la stretta collaborazione instaurata con il Racing di Ardea del presidente Antonio Pezone per quanto riguarda - intanto - le giovanili.
Ma c'è molto altro, in un progetto già pronto che abbraccia anche la prima squadra. L'intenzione della società dell'imprenditore pontino che si allena ad Ardea e gioca a Fondi, che dovrà giocarsi ai playout contro la Paganese la permanenza in Serie C, è quella di trasferire il titolo professionistico ad Aprilia a partire dalla prossima stagione. Ma prima servirà salvarsi sul campo, visto che di ripescaggi, stando a quanto dichiarato dal subcommissiario Figc Costacurta, non se ne parla; e poi bisognerà anche verificare eventualmente in che modo poter far transitare il titolo da Fondi ad Aprilia, visto il precedente della scorsa stagione quando Pezone dovette abbandonare il sogno di sbarcare a Latina. In tutto questo, stando sempre alle voci che circolano in queste ore, all'Aprilia resterebbe la squadra in Serie D dove poter far giocare i giovani più interessanti. Una sorta di squadra "B" della Racing che ha interesse a creare in primis un polo di riferimento per quanto riguarda il settore giovanile che abbracci tutto il nord della provincia pontina e il sud della Capitale.

E che non si tratti solo di progetti campati in aria lo testimonia il fatto che la Racing di Antonio Pezone si è mossa fattivamente intanto per portare avanti il progetto di ampliamento e ammodernamento proprio dello stadio Quinto Ricci di Aprilia. L'altroieri, Antonio Pezone e il presidente delle rondinelle Ivano Tassinari hanno incontrato di nuovo il sindaco Antonio Terra e l'assessore alle Attività Produttive con delega allo Sport, Vittorio Marchitti, per parlare dei lavori, a quanto pare sempre più imminenti, all'impianto di via Bardi. Il progetto prevede l'avvicinamento del campo alla tribuna coperta attraverso la sparizione della pista di atletica leggera, la costruzione di una curva ospiti e l'ampliamento della gradinata scoperta. Ci sarà anche qualche ritocco ai campi del settore giovanile a cui verrà donato un sintetico. Insomma, la Racing pare voler fare sul serio e investire sul calcio apriliano, pronto a vivere un'epoca di nuovo splendore alla luce anche degli ottimi risultati portati a casa, nonostante le difficoltà societarie, da mister Venturi e dal suo staff nella stagione di Serie D appena archiviata.