Incredibile al Francioni, il Latina ha esonerato mister Raffaele Scudieri. Una nota diramata dalla società alle 20.30 di questa sera, snella e priva di informazioni, lascia ai tifosi e alla stampa una sola interpretazione: il giocattolo si è rotto. E poco c'entra la sconfitta di domenica per mano del Monterosi che oggi ha vinto il recupero in Sardegna ed è diventato primo in classifica a +3 dai pontini (virtuale +6 vista una gara ancora da recuperare)

Il mister e la società hanno rotto per qualcosa di diverso dall'aspetto prettamente tecnico, anche se ci sono dei dissapori anche dal punto di vista della gestione dei giocatori: sempre gli stessi in campo, anche quando le energie vengono meno, con qualche "rimpiazzo" rimasto in panchina che aveva iniziato a mugugnare. Forse però Scudieri voleva qualcosa ancora, uno sforzo in più dal mercato che chiuderà il 31 marzo che però la società ha fatto sapere a chiare lettere di non volere, come successo la scorsa settimana attraverso le parole del diesse Marcello Di Giuseppe. Oppure c'è dell'altro che ancora non è trapelato ma su cui qualcuno ha già iniziato a vociferare? Di sicuro la scelta lascia perplessi tutti, compreso il tecnico che ha scritto su Facebook: «Mi hanno ucciso senza un perché», ricevendo la solidarietà di tanti tifosi. Domani però la squadra scenderà in campo e a dirigerla sarà il tecnico della Juniores.