Una corsa contro il tempo quella della dirigenza del Latina 1932, con in testa il presidente Terracciano ed il diesse Di Giuseppe, per il completamento della rosa e per mettere il tecnico Di Donato nelle condizioni ideali di poter affrontare i primi impegni ufficiali stagionali nel migliore dei modi.
Quello di ieri è stato un pomeriggio intenso dalle parti di piazzale "Serratore". La società, infatti, ha ufficializzato alcune trattative.
Entra ufficialmente a far parte della rosa del Latina Calcio 1932, Lorenzo Di Livio, attaccante esterno classe 1997 cresciuto nelle giovanili della Roma. Figlio d'arte, il papà Angelo ha vinto la Champions con la Juventus, arriva nel capoluogo pontino dopo l'ultima esperienza con la maglia del Potenza. Giocatore dotato di grande agilità e abilità tecnica, ha esordito in serie A con la maglia giallorossa nel gennaio del 2016 nella sfida contro il Chievo Verona. Dopo il percorso effettuato nel vivaio del club capitolino, ha avuto modo di provare diverse esperienze tra serie B e C tra le fila di Ternana, Reggina, Matera, Siena, Catanzaro e, per ultimo, il Potenza. In tutto ha totalizzato 97 presenze tra i professionisti. Elemento versatile, capace di giocare su entrambe le corsie laterali e anche come trequartista, vanta un passato anche nelle giovanili azzurre. Ha fatto parte, infatti, della Nazionale Under 15 allenata dal CT Rocca. Il club nerazzurro ha trovato una intesa di due anni con l'esterno 24enne, già a disposizione del tecnico Daniele Di Donato.
Con lui anche Eros De Santis, esterno destro difensivo dotato di grande duttilità, in grado di ricoprire all'occorrenza più ruoli nel pacchetto arretrato. Classe 1997, è cresciuto come Di Livio nelle giovanili della Roma con cui ha vinto uno scudetto, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana. Dopo l'esperienza in giallorosso, è approdatoalla Virtus Entella in serie B per poi vestire le maglie di Siena, Monza e Viterbese in serie C, club quest'ultimo con il quale ha terminato la sua ultima stagione sportiva. Arriva a Latina con un contratto di un anno e, come il suo collega Di Livio, si è messo subito a disposizione del tecnico Daniele Di Donato.