Tutto in pochi giorni e non potrebbe essere altrimenti. Del resto il futuro va pianificato subito visto e considerato che il campionato del Latina si chiuderà domani pomeriggio (ore 17.30) con la sfida in casa del Monterosi Tuscia.
Clima sereno, ieri mattina, al "Francioni" con tutta la rosa a posare, prima della rifinitura, per la foto ufficiale. La stagione ha comunque regalato al Latina una salvezza tranquilla, ottenuta con una squadra giovane e, visti i numeri, dalle grandi prospettive.
Di Donato è stato l'artefice di tutto questo. Un allenatore di spessore, pronto a restare a Latina a patto che si possa fare calcio come piace a lui, con un progetto importante ma, soprattutto, concreto.
«Sono sincero, la mia priorità è il Latina - ha spiegato ieri al termine della rifinitura l'allenatore nerazzurro - Mi piacerebbe restare per dare un seguito importante a quanto di buono fatto in questa stagione. A giorni ci incontreremo con il presidente per vedere se ci sono le possibilità di poter continuare insieme. Con il diesse ho già parlato e siamo d'accordo su quello che è il percorso che andrà intrapreso».
Palermo e Pescara hanno già sondato il campo. Non ne ha fatto mistero nemmeno lo stesso Di Donato, che però ha ribadito la volontà di sedersi prima di tutto al tavolo con il Latina e con il presidente Terracciano per capire sino in fondo se ci sono i presupposti per continuare.
Venendo alla sfida odierna contro il Monterosi Tuscia, squadra che brillantemente ha centrato un posto nei play off, Di Donato vorrebbe tanto chiudere la stagione con una prova d'orgoglio, che possa addolcire un po' la pillola amara di aver soltanto sfiorato la possibilità di dare un seguito alla stagione regolare.