Daniele Di Donato e il Latina Calcio 1932 ancora insieme. Non c'è ancora l'ufficialità, ma le parole di ieri del disse Di Giuseppe, sembrano fugare ogni dubbio: «Sarà ancora Daniele l'allenatore del Latina nella prossima stagione - ha tagliato corto il diesse - C'è la volontà di restare, mi sembra che lo abbia detto anche a chiare note prima e dopo la partita con il Monterosi - Con il presidente deve soltanto parlare dell'aspetto economico, ma c'è unità di intenti su tutto».
L'ufficialità dovrebbe arrivare questa settimana, prima del classico "rompete le righe", anche se, alla vigilia della sfida con il Monterosi, subito dopo la conferenza stampa di presentazione della gara in terra viterbese, lo stesso Di Donato ci aveva parlato di una disponibilità sua e della squadra di continuare a lavorare almeno sino a maggio.

I nerazzurri, intanto, hanno chiuso la stagione al 12esimo posto con 45 punti frutto di 12 vittorie, 9 pareggi e 15 sconfitte. Trentasette i gol realizzati e 42 quelli subiti. Una stagione, comunque, positiva con l'obiettivo della salvezza, per nulla scontato soprattutto dopo il girone di andata, centrato con largo anticipo. Resta il rammarico del finale di stagione dove soltanto nell'ultima partita, quella di domenica in casa del Monterosi, il Latina è riuscito a ritrovare la via del successo che mancava dalla sfida interna contro la Vibonese (3-2, ndr) della 28esima giornata. Da quel giorno in poi, quando al Latina si erano giustamente e meritatamente spalancate le porte dei play off, soltanto pareggi (1-1 in casa della Fidelis Andria e due 0-0 tra le mura amiche con la Virtus Francavilla ed il Monopoli) e sconfitte (nell'ordine 3-1 a Catanzaro, 0-3 in casa con il Potenza, 2-0 a Campobasso, 1-0 a Messina e 0-1 sempre tra le mura amiche del "Francioni" con il Bari che ha sancito la promozione in B dei pugliesi).