La mail con cui Benedetto Mancini ha chiesto a Fabio Napolitano e Luca Fierro, soci del Latina 1932, sembra essere reale. Un'offerta di quasi 200mila euro per rilevare il 40% delle quote del club nerazzurro che milita nel campionato di Serie D. Sarebbe una notizia bomba, se non fosse per il personaggio in questione che si autodefinisce CEO della Bm Group Financial Project Ltd che non sarà tra l'altro un nome nuovo per i tifosi più attenti. Si tratta infatti della società utilizzata per acquistare le quote dell'ormai defunta Us Latina nell'ultimo anno di Serie B. Di cosa si occupi non è dato saperlo, ma quel che si sa è che la Bm Group, con sede a Sofia, è una società di diritto inglese, di quelle insomma che godono di mille agevolazioni fiscali, che garantiscono pochissimi rischi a chi le mette in piedi e che sono estremamente facili da costituire.  

Nella pec, inviata su carta intestata di uno studio legale associato di Roma, a firma dell'avvocato praticante Antonio Di Tommaso, vengono riportati i dettagli dell'offerta: «Per la quota parte dell'intero pacchetto azionario pari a circa il 32% di proprietà del signor Fabio Napolitano, si propone la somma all'atto del trasferimento quote pari a 165mila euro; - per la quota parte dell'intero pacchetto azionario pari a circa l'8% di proprietà del signor Luca Fierro, si propone la somma all'atto del trasferimento quote pari a 35mila euro. La presente a valere quale proposta-offerta irrevocabile con scadenza non procastinabile fissata per le ore 24 dell'11 gennaio». Insomma, a volte ritornano, anche se di Benedetto Mancini, viste le difficoltà con cui il calcio a tinte nerazzurre sta tentando di trovare il proprio spazio nel panorama italiano, non se ne sentiva francamente il bisogno.

Dalle parti del Francioni la notizia dell'offerta di Benedetto Mancini non è stata accolta certo con entusiasmo. Antonio Terracciano non ha alcuna intenzione di condividere con lui la società di cui possiede il 60% delle quote. Ma l'interesse per rilevare parte del pacchetto del Latina 1932 non sembra mancare. L'offerta di Benedetto Mancini fa sicuramente molto scalpore, ma attualmente è senza dubbio quella da scartare, anche se lo stesso Fabio Napolitano non smentisce il contatto, arrivato per adesso soltanto tramite una pec: «E' vero che Mancini ha presentato l'offerta. Per quanto mi riguarda, per il bene di questa maglia e della società che ho contribuito io stesso a fondare, oltre all'affetto e al rispetto che nutro per la città intera e per tutti i tifosi, non posso far altro che stare attentissimo alle offerte o alle richieste di contatto che potrei ricevere».

E stando ai classifici rumors, pare proprio che il direttore degli Istituti Scolastici Steve Jobs di Latina abbia ricevuto sul tavolo. Due input da altrettanti gruppi imprenditoriali della Capitale.

(I dettagli nell'edizione di Latina Oggi in edicola adesso)