La gradita visita dei tifosi, amareggiati e non poco dopo il no della Prefettura di Cassino al loro esodo in Ciociaria per l'odierno derby in programma alle ore 15 al "Salveti" e l'arrivo di un nuovo giovane di Lega, il classe ‘99 Giovanni Esposito.
La vigilia di Cassino-Latina, in casa nerazzurra, potrebbe essere racchiusa in questi due momenti del sabato di vigilia, anche un tantino afoso, al "Francioni".
Il nuovo arrivato - E' stato tesserato ieri mattina il nuovo calciatore del Latina Calcio 1932. Si tratta, come detto, di Giovanni Esposito, terzino sinistro nato il 27 marzo 1999 a Napoli. Arriva in prestito dal Savoia di Torre Annunziata, con cui nella scorsa stagione ha disputato 36 partite nel girone H di Serie D, centrando i playoff. Nella stagione precedente, 34 partite nel Girone I con l'Ercolanese, chiudendo al quarto posto il campionato. La firma del contratto, come detto, ieri mattina tra il calciatore e il presidente Terracciano alla presenza anche del direttore sportivo Emanuele Germano.
Amarezza e solidarietà - Ieri mattina, nella sala stampa "Francesco Amodio" all'interno dello stadio "Francioni", si sono presentati il tecnico, Lello Di Napoli e il Direttore Sportivo, Emanuele Germano.
Entrambi hanno voluto ribadire la loro solidarietà ai tifosi nerazzurri, amareggiati dal fatto di non poter seguire quest'oggi la squadra in questa delicata trasferta a Cassino.
«Privare cento tifosi di seguire la loro squadra del cuore è un qualcosa che fa male a noi società, come soprattutto a loro. Non vogliamo entrare nel merito di questa decisione - hanno spiegato all'unisono De Napoli e Germano - ma nel 2019 questi provvedimenti non dovrebbero essere presi. Il tifo genuino è l'essenza del calcio e domani (ndr, oggi) al ‘Salveti' di Cassino mancherà qualcosa di importante, un pezzo di cuore della nostra squadra e il tutto ci amareggia. Cogliamo l'occasione per esprimere la nostra solidarietà ai tifosi che questa mattina (ndr, ieri) ci hanno visita allo stadio, peraltro molto gradita».
La partita - Non lo ha detto apertamente, ma Di Napoli, pronti via, potrebbe schierare lo stesso undici iniziale visto all'opera sabato scorso contro il Latte Dolce Sassari. «Se giochi bene al 90% porti a casa le partite - ha spiegato ieri mattina l'allenatore del Latina - Vorrei, però, che la mia squadra fosse più cinica e spietata. Mi poiacere, domani, giocare come ho fatto ad Ostia e raccogliere quanto seminato contro il Latte Dolce Sassari. Di sicuro mi aspetto una squadra avvelenata, pronta a mordere l'avversario e a non mollarlo più. Personalmente, poi, ho un conto in sospeso con il Cassino, contro il quale la passata stagione ho perso due volte. Sono e siamo un po' in debito con loro, spero di riprendermi quanto ci hanno sottratto soprattutto nella gara di andata della passata stagione».
Il nuovo arrivato Esposito farà parte del gruppo, ma... «un gruppo che lavora insieme da tanto tempo ha, prima di tutto, il mio affetto e rispetto. Questo giocatore può essere importante e tornare molto utile per noi, magari a partita in corsa».