Il mare di San Felice Circeo, di indiscutibile bellezza, potrebbe riservare ancora tante sorprese. Non tanto quelle naturalistiche, bensì quelle archeologiche. Il Comune per questo motivo, anche alla luce della recente scoperta di un cannone settecentesco recuperato dai fondali e ora in fase di restauro, ha siglato una convenzione con Asso (Archeologia, subacqua, speleologia e organizzazione), diretta dal dottor Mario Mazzoli.
Ieri un incontro pubblico organizzato dal Circeo Fishing Club presso la propria sede, al quale ha preso parte anche la campionessa Ilaria Molinari. Nel corso della serata si è parlato ovviamente di archeologia subacquea, dai relitti alle grotte.
Numerosi i riferimenti all'area geografica pontina, ai lavori svolti in zona dall'organizzazione no profit "Asso" e al potenziale che l'area ancora riveste nonostante decenni di sottrazioni e danneggiamenti.
Il dottor Mazzoli ha anche evidenziato l'opportunità costituita dall'accordo con il Comune di San Felice Circeo per lo sviluppo delle attività legate alle ricerche e documentazione di aree archeologiche sommerse e sotterranee, con particolare attenzione alle ricadute scientifiche ed economico-sociali che tutto ciò potrebbe portare al territorio.