Milano, 17 ago. (Adnkronos) - Rave party sulle rive dell'Adda, a Spino d'Adda in provincia di Cremona, con circa 1.500 giovani che hanno partecipato all'evento iniziato intorno alla mezzanotte di venerdì e andato avanti per l'intero fine settimana: solo stamattina i partecipanti hanno smesso di ballare, spesso senza mascherina e non mantenendo le distanze come vorrebbero le norme per l'emergenza coronavirus. Un'iniziativa che Claudia Gobbato, parlamentare leghista alla Camera, definisce "un rave party illegale pericolosissimo per l'elevato rischio contagio da Covid".

Sulla sua pagina Facebook annuncia che "Presenterò un'interrogazione al governo per chiedere come intenda fronteggiare tali situazioni altamente pericolose, ossia "rave senza nessun controllo, con migliaia di persone assembrate, che oltre al pericolo sanitario, creano danni e disagi. Tutto questo è intollerabile, a maggior ragione in un territorio come il nostro che ha già pagato a caro prezzo il conto della pandemia negli scorsi mesi".