Qual è il senso profondo che trova nei ragazzi l'uso ricorrente delle sostanze?  E' questo l'interrogativo attorno al quale ruota "Dipendenza da sostanze. Un mondo senza sogni", il volume della collana Bios/Psychè|Adolescenza (L'Asino d'oro edizioni) che verrà presentato oggi pomeriggio a Latina, presso la Libreria Feltrinelli di via A.Diaz 10, alle ore 18.
Gli autori, Cinzia Fazio, Silvia Leonardelli, Emanuela Lucarini e Niccolò Trevisan, saranno presenti all'incontro, che dopo il saluto del sindaco di Latina, Damiano Coletta, proseguirà con gli interventi di Alice Paparelli, studentessa di Scienze storiche, Fernando Panzera, psichiatra e psicoterapeuta, socio fondatore Netforpp, e Roberto Zucchini, psicologo e psicoterapeuta. Introduce la giornalista Licia Pastore.
In questo libro gli autori propongono una chiave di lettura particolare, per comprendere le motivazioni del continuo incremento dell'uso da parte dei più giovani delle cosiddette nuove sostanze, oltre a quelle storicamente conosciute fino dagli Anni '60 (eroina, cocaina, LSD, cannabis). Perché i ragazzi utilizzano sostanze? Perché c'è una facilità nel reperirle? Il contesto sociale gioca un ruolo fondamentale nell'uso e nell'uso ricorrente di sostanze? Perché è così difficile non utilizzare sostanze? Perché è possibile uscirne privilegiando un percorso di psicoterapia alla sola terapia farmacologica?
Rivolto a medici, psichiatri e psicologi, ma anche ai pazienti e alle loro famiglie, il volume ha una sezione particolare dedicata alle domande che più di frequente si pongono i ragazzi, ed è arricchito da casi clinici e esempi di film che hanno tentato di raccontare casi significativi di dipendenza. Una bibliografia ragionata della letteratura esistente sull'argomento conclude il libro, per contribuire a fare sì che operatori, politici, ma soprattutto pazienti, anche giovanissimi che ne soffrono, riescano a orientarsi nella eterogeneità delle teorie interpretative del fenomeno. "Dipendenza da sostanze" è l'ottavo dei dieci titoli fino a questo momento pubblicati della collana de L'Asino d'oro edizioni Bios Psichè Adolescenza.

Gli Autori
Cinzia Fazio, psichiatra e psicoterapeuta, ha svolto l'attività di medico in formazione in day-hospital per la tossicodipendenza. Lavora da diversi anni nei Centri di Salute Mentale e in strutture di ricovero per pazienti psichiatrici del Lazio. Attualmente svolge la sua attività professionale di psicoterapeuta individuale e di gruppo con adolescenti e adulti a Roma.
Emanuela Lucarini, psichiatra e psicoterapeuta, lavora da molti anni nel settore per la prevenzione e la cura delle malattie psichiatriche in gravidanza e nel post partum.Attualmente svolge la sua attività professionale di psicoterapeuta individuale e di gruppo a Perugia. Ha collaborato con due puntate alla rubrica "Uno sguardo nella mente" di Radio Punto Stereo.
Silvia Leonardelli, psicologa e psicoterapeuta, ha svolto attività di psicologa in formazione presso il Servizio di Neuropsichiatria infantile e dell'età Evolutiva di Narni (Usl 2 Umbria). Attualmente svolge attività clinica di diagnosi e trattamento psicoterapeutico presso il Servizio di Psicologia dell'Azienda Ospedaliera S. Maria di Terni con particolare attenzione ai pazienti affetti da patologie neurologiche. Svolge attività clinica privata, individuale e di gruppo, prevalentemente con adolescenti e giovani adulti
Niccolò Trevisan, psichiatra, psicoterapeuta e criminologo, ha lavorato in progetti sulla prevenzione delle dipendenze nelle fasce marginali, del bullismo nelle scuole e dell'organizzazione sanitaria in carcere. Collabora con il Dipartimento Scienze della Salute della Università di Firenze. Attualmente lavora come psichiatra e psicoterapeuta di gruppo a Firenze, svolge la professione di consulente in ambito civile e penale ed è impegnato in una rete che offre servizi alle vittime di reato.