Un abbraccio commovente a un uomo di Fondi che ha fatto la storia. Ieri mattina nella sala convegni di Palazzo Caetani si è svolta la cerimonia per festeggiare i cento anni di Vincenzo Sepe, reduce dell’eccidio di Cefalonia e Corfù. Nel 1943 Sepe raggiunse l’isola greca dove, dopo l’armistizio dell’otto settembre, vi furono violenti scontri a fuoco con le truppe tedesche. Il sindaco De Meo donerà al centenario una targa ricordo. Una delegazione dell’Anpi di Latina ha consegnato al reduce fondano la tessera ad honorem dell’Associazione partigiani. Alla cerimonia hanno preso parte anche il prefetto di Latina Pierluigi Faloni, il comandante della Divisione “Acqui”, Antonio Vittiglio con una rappresentanza militare e il comandante del reparto comando e supporti tattici “Acqui”, il colonnello Vincenzo Fiore, oltre alle autorità militari e di polizia.