Cumuli di rifiuti abbandonati in un terreno ed in parte nascosti tra la vegetazione. Scatta il sequestro a San Felice Circeo ma gli accertamenti sono ancora in corso. E' quanto accaduto ieri quando i militari  della locale Stazione Forestale Carabinieri di Terracina,  durante un normale servizio di controllo del territorio, a San Felice Circeo hanno denunciato una 50enne del luogo per “gestione illecita dei rifiuti in violazione del d.lgs. 152/2006”. gli stessi carabinieri notavano all’interno di un lotto di terreno  recintato  dei consistenti cumoli di rifiuti, parzialmente avvolti  nella folta vegetazione e, dopo aver ispezionato il lotto di terreno, riscontravano la presenza di  diverse  tipologia di rifiuti   abbandonati  sul nudo terreno. si procedeva pertanto al sequestro giudiziario del lotto di  di circa 2000 mq  con i relativi  rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi depositati  e  abbandonati a più riprese, consistenti in:  materiali ferrosi,  cavi elettrici,  oggetti sia in plastica che in vetro,  isolatori in vetro  per tralicci elettrici, contatori del gestore elettrico di vecchia tipologia  e di nuova generazione,   batterie al piombo per autovetture, lastre di eternit,  carcasse di autovetture e fusti di olio esausto per un quantitativo di oltre 60 metri cubi di materiale. Come sempre viene da chiedersi in questi casi quanto certe sostanze siano penetrate nel terreno.