Il Comune di Pomezia sta lavorando, da un paio di mesi, alla realizzazione di un piano delle emissioni elettromagnetiche, che sarà propedeutico alla stesura del primo regolamento comunale riguardante l’installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti di TeleRadioComunicazione.

«Sono stati rilevati tutti i siti della città in cui sono presenti antenne ed è stato creato un catasto degli impianti di TeleRadioComunicazione - ha evidenziato l’assessore Riccardo Borghesi - Ora la ditta è al lavoro nella fase di misurazione del campo elettrico generato da ciascun impianto: a oggi sono state misurate 23 antenne sulle 63 presenti a Pomezia».

Di conseguenza, da piazza Indipendenza hanno specificato che il progetto si trova ancora in una fase iniziale, volta allo studio del territorio e all’analisi dei livelli elettromagnetici di fondo.

Dopodiché, coloro che sono stati incaricati della redazione del piano dovranno sintetizzare i dati raccolti prima di stilare un piano delle emissioni elettromagnetiche, individuando anche delle arre maggiormente idonee a ospitare nuovi siti e quelle da attenzionare poiché sensibili; infine, si passerà alla stesura del regolamento vero e proprio.

«Il nostro obiettivo, già dichiarato nel programma elettorale e previsto dalla normativa - ha affermato il sindaco, Fabio Fucci - è quello di adottare un Regolamento che assicuri il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti, minimizzando l’esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici, con particolare riguardo ai siti ed edifici sensibili come le scuole o gli ospedali».