Le associazioni dei tassisti ritengono di essere state danneggiate dalle autorizzazioni per auto a noleggio con conducente rilasciate dal Comune di Lenola. Motivo per cui nella giornata di ieri, a 24 ore dalle proteste di Roma proprio per la normativa di settore, nove sigle hanno preannunciato di volersi costituire parte civile nel procedimento penale instaurato a carico di 68 soggetti proprio per le licenze Ncc. A decidere dovrà essere ora il Tribunale di Latina, con l’udienza che è stata rinviata per delle mancate notifiche al prossimo 15 novembre. La vicenda in questione, come si diceva, vede imputate 68 persone accusate di abuso d’ufficio e falso ideologico. Si tratta di pubblici amministratori e beneficiari delle concessioni, i quali per la pubblica accusa - le indagini sono state coordinate dal pm Giuseppe Miliano - avrebbero ricevuto un vantaggio dalle autorizzazioni, anche di natura economica. 

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (23 febbraio 2017)