Se c'era chi nutriva ancora dei dubbi, oggi è stato accontentato ufficialmente con il «no» generale ribadito da Enti, comitati e associazioni sul tavolo regionale della Direzione generale Politiche ambientali e Ciclo dei rifiuti-Area Valutazione Impatto Ambientale (Via): nessuno vuole che venga avallato dalla Regione Lazio - proprio con l'autorizzazione alla Via - il progetto presentato dalla Ecosicura Srl di creare una discarica in località Colli del Sole, nel territorio apriliano di Casalazzara, e che vede interessati anche i comuni limitrofi di Ardea, Lanuvio, Pomezia, Albano e Ariccia.  L'occasione per sottolineare ancora una volta un veto considerato da tutti "non negoziabile" è arrivato in occasione della Conferenza dei Servizi - preliminare alla decisione finale - che si è tenuta nella sede regionale di viale del Tintoretto: presenti per la Provincia di Latina il presidente Carlo Medici e la dirigente del Settore ambiente Nicoletta Valle, per il Comune di Aprilia il sindaco Antonio Terra e il vicesindaco e assessore all'Ambiente Alessandra Lombardi oltre ai consiglieri Vincenzo Giovannini, Carmen Porcelli e Roberto Boi. Presenti anche i consiglieri regionali Gaia Pernarella e Giuseppe Simeone. Come del resto non hanno mancato all'appuntamento i rappresentanti dei tanti comitati (come ad esempio Agricoltori Colli del Sole, Consorzio Colli del Sole, Comitato di quartiere Campoleone, Borghi Rurali, Comitato di quartiere Primavera Poggio Valli Vallelata, Italia Nostra, Associazione Orma) che si sono sempre battuti per la difesa del territorio e che hanno anche protestato in maniera pacifica all'esterno della struttura regionale. E i nuovi vincoli approvati dalla Provincia di Latina a fine aprile, compresa la fascia di rispetto di un chilometro dalle abitazioni, fa ben sperare tutti perché l'impianto ricadrebbe proprio in questa fascia di rispetto.