L'archeologo Francesco Di Mario, delegato del Soprintendente, accompagnato dal sindaco Nicola Procaccini e dall'assessore alla Cultura Barbara Cerilli, ha svolto questa mattina un sopralluogo nel centro stotrico alto di Terracina visionando in particolare la Chiesa del Purgatorio, bene culturale di straordinaria importanza per il quale giungono buone notizie. È infatti partita la gara per la progettazione degli interventi relativi alla messa in sicurezza dell'edificio, con particolare riferimento alle problematiche legate alla prevenzione sismica, iniziativa per la quale sono stati stanziati 800 mila euro, una cifra importante che dovrebbe assicurare interventi approfonditi e definitivi. L'ispezione, a cui ne seguiranno altre molto più accurate, è servita ad avere la consapevolezza, per il momento sommaria, delle opere da realizzare. Per un restauro artistico completo, invece, si dovrà ancora attendere, ma le opere in fase di avvio consentiranno di arrestare il degrado dell'edificio e, quindi, anche del valore artistico del sito.

Un'altra buona notizia giunge in merito alla Chiesa dell'Annunziata: confermati anche qui i 500 mila euro, a cui si aggiungeranno i 36mila del progetto "Bellezza", e partita la gara per la progettazione degli interventi su un sito che, come la Chiesa del Purgatorio, beneficia dei fondi istituiti per il Piano anti sismico e il recupero del patrimonio culturale. Il sindaco Procaccini sottolinea come "i progetti sul recupero del patrimonio storico-culturale di Terracina stanno proseguendo anche dopo gli avvicendamenti alla guida del Mibac e della Soprintendenza, a testimonianza dell'altissimo valore del nostro patrimonio sul quale vale decisamente la pena investire risorse. Ringrazio il delegato Francesco Di Mario per l'attenzione che sta dimostrando verso la nostra città. Come sempre le sue visite sono proficue e utili, soprattutto dal punto di vista operativo". Anche l'assessore Cerilli esprime soddisfazione e gratitudine: "La conferma degli impegni e l'avvio degli interventi rappresentano notizie che confortano, soprattutto in un momento come questo. Un attestato di credibilità per la nostra città Ora attendiamo fiduciosi anche un sopralluogo presso il palazzo della Bonificazione Pontina affinchè si possa riaprire al pubblico al più presto".

Intanto domenica scorsa il sottosegretario ai Beni culturali Borgonzoni (Lega) ha fatto un sopralluogo a Terracina, visitando in particolare l'area archeologica del teatro romano e il museo. Nel primo caso, ha di fatto sbloccato i fondi per il recupero integrale del teatro, garantendo lo stanziamento di due milioni di euro già riconosciuti dal Mibac.