Prima le buche, poi i rattoppi e infine le asfaltature. Gli ultimi due mesi sono state caratterizzate da aspre polemiche sullo stato delle strade comunali, dissestate dopo un inverno difficile e diventate impraticabili in molti punti della città. Evidentemente critiche e segnalazioni hanno colto nel segno perché l'amministrazione ha deciso di investire una grossa fetta del suo bilancio nella manutenzione stradale, una misura non più rinviabile e trascurata per troppo tempo anche dalle precedenti amministrazioni. La giunta comunale ha approvato nella seduta di qualche giorno la fattibilità tecnica ed economica dell'accordo e l'inserimento nel piano triennale delle opere pubbliche dell'accordo quadro per la manutenzione delle strade comunali con un servizio di pronto intervento. Si tratta di un pacchetto da 5,7 milioni di euro distinto in due lotti, Nord Est e Sud Ovest che, dopo l'avallo in giunta, passerà in consiglio comunale compreso nelle voci di bilancio. Lo scopo – si legge nella delibera – è «proseguire l'azione di miglioramento dei livelli manutentivi delle strade di cui l'Ente è proprietario al fine di garantirne la sicurezza, mediante l'adozione delle opere e dei provvedimenti necessari al fine di garantire adeguate condizioni di sicurezza della circolazione sulle strade». Si tratta della seconda tranche di finanziamenti dedicati alle strade dopo quella da 2,7 milioni stanziati nel 2017 e utilizzati nel 2018 e che hanno permesso di riasfaltare 1,4 chilometri di Via Piave e poi, tra le altre, Via Vespucci, Via Botticelli, Via Isonzo, Via Verdi.