La Tari per i cittadini di Cori sarà più bassa rispetto al passato. E' questa la decisione del Consiglio comunale, che nell'ultima seduta ha approvato le tariffe 2019 stabilendo per l'anno in corso una riduzione sia per le utenze domestiche che per quelle commerciali. «Dal prossimo ruolo - spiega l'amministrazione comunale - è prevista una significativa riduzione, che si aggirerà intorno all'11% rispetto alle tariffe 2018».
Un abbassamento frutto dei buoni risultati della raccolta differenziata, che ha visto Cori ottenere il premio dei «Comuni ricicloni» assegnato da Legambiente. E' infatti grazie all'eventuale percentuale di differenziata raggiunta dai cittadini, che è stato possibile abbassare le tariffe. «Occorre, tuttavia, fare una riflessione sugli impianti di smaltimento dell'indifferenziata e dell'umido gestiti oggi in regime di monopolio privatistico, condizioni che riduce - affermano il sindaco Mauro De Lillis e l'assessore al Bilancio, Simonetta Imperia - gli effetti positivi derivanti dalla differenziazione dei rifiuti frutto dell'impegno dei cittadini. Sarebbe opportuno arrivare a un impianto pubblico o a più impianti privati che siano in un mercato di reale concorrenza, ciò permetterebbe prezzi calmierati con conseguenti tariffe più basse per i cittadini».
Intanto l'amministrazione comunale sta lavorando alla realizzazione di una compostiera di comunità per lo smaltimento dell'umido. «Questo ci consentirebbe di ridurre il conferimento in discarica, con ulteriori riduzioni delle tariffe. Siamo orgogliosi - continua De Lillis - di amministrare questa città, che ha recepito i veri termi del futuro per le nuove generazioni come il rispetto per l'ambiente».