Una vetrina qualificata che è stata, di fatto, un gustoso anticipo di tutte le iniziative che si svilupperanno da adesso in poi. Stiamo parlando di "Alla scoperta del Lazio - In viaggio tra i Comuni che hanno concorso al titolo Città della Cultura 2019", vale a dire l'evento che la Regione Lazio ha organizzato al WeGil di Roma per mettere insieme, con l'ausilio di stand attrezzati, i 29 progetti degli 80 Comuni che hanno partecipato al bando Città della Cultura regionale e che, come noto, ha visto prevalere anche "Il Mare di Circe" promosso da San Felice Circeo, Ponza e Ventotene. Nell'occasione sono state presentate anche le offerte turistiche di visite guidate per i turisti e per le scuole con iniziative territoriali mirate. San Felice Circeo ha aderito al progetto "Alla scoperta del Lazio" e i prossimi 5, 6 e 7 aprile promuoverà delle visite guidate sui siti maggiormente rappresentativi del territorio comunale.
Allo stand, oltre al materiale informativo di San Felice Circeo, non è mancato quello prodotto dall'Ente Parco Nazionale del Circeo e degli altri comuni che, insieme al Circeo, si fregeranno del titolo di Città della Cultura. «Con queste iniziative - ha spiegato il sindaco di San Felice Giuseppe Schiboni - vogliamo contribuire alla promozione del nostro territorio ma soprattutto vogliamo muoverci sul preciso indirizzo di aumentare la capacità attrattiva oltre i soli mesi estivi. La nostra terra è piena di fascino, storia ed archeologia - ha sottolineato Schiboni - e attraverso questo progetto vogliamo essere protagonisti in tutte le stagioni, andando quindi oltre il sole e il mare».
Le tre municipalità pontine coinvolte stanno infatti investendo molto, in termini di impegno, di energie e di progettualità, per superare la crisi e l'idea di essere solo meta di turismo balneare, soprattutto domenicale. Stanno crescendo le somme in bilancio, sui capitoli della cultura, e si stanno facendo convergere gli investimenti dei diversi rami della pubblica amministrazione verso progetti condivisi e funzionali alla strategia comune. Gli obiettivi strategici della Città della Cultura della Regione Lazio, dunque, sono gli obiettivi che San Felice Circeo, Ponza e Ventotene, si sono posti coinvolgendo le comunità dei residenti, delle imprese, delle associazioni, delle istituzioni e della politica, e cercando il contributo del mondo della ricerca, dell'industria, delle professionalità. In questo modo, inevitabilmente, si punterà ad alzare l'asticella rispetto all'attrattività dei luoghi e all'interesse che la storia, la natura, l'essenza dei luoghi, possono suscitare.