Il Comune di Aprilia perde l'opportunità di ricevere dal Miur attraverso la Regione Lazio, un finanziamento di oltre 100 mila euro destinato alla scuola materna Carlo Collodi di Campo di Carne. Soldi dei quali, in assenza di risposte da parte del comune nord pontino, per ironia della sorte beneficerà il piccolo comune di Lubriano in provincia di Viterbo, che conta appena 897 anime.
La Regione Lazio infatti con la determinazione del 18 marzo 2019, aveva messo a disposizione dei comuni del territorio un finanziamento di oltre 7 milioni di euro, risorse relative all'anno 2018 e tratte dal fondo nazionale per il sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione dalla nascita ai sei anni di età.
Quei soldi dovevano essere destinati alla riqualificazione degli edifici di proprietà pubblica destinati ai servizi di scuola dell'infanzia e asilo nido e come prevedibile un lungo elenco di comuni del Lazio risposero all'appello, tra i quali anche Aprilia, che nella graduatoria comprensiva composta da 123 progetti si qualificò all'81esimo posto, dunque tra le proposte accolte ma non immediatamente finanziabili, visto che le risorse servirono a finanziare i primi 43 progetti, restando aperta per gli altri in graduatoria la possibilità di redistribuire le risorse: e in quel caso all'ente di piazza Roma sarebbe spettato il contributo Miur di 198 mila 900 euro, 221 mila euro da spendere per la materna di Campo di Carne tenendo conto della quota parte di finanziamento comunale pari a 22 mila 100 euro.
Una volta reperite ulteriori risorse, il 29 gennaio 2020 la Direzione regionale per l'inclusione sociale ha scritto a tutti i comuni in posizione utile in graduatoria di confermare l'impegno assunto con la richiesta di finanziamento, in vista del possibile scorrimento della graduatoria per l'assegnazione delle risorse residue, ma a quell'invito l'amministrazione apriliana non ha mai risposto, facendo sfumare l'opportunità. «Il 20 marzo 2020 – si legge nella determinazione regionale del 9 aprile scorso – facendo seguito alla nota inoltrata a gennaio, è stato sollecitato il Comune di Aprilia ad un riscontro, avvertendo che in caso di mancata risposta entro il 25 marzo 2020, il Comune sarebbe stato considerato rinunciatario. Alla scadenza del sollecito il comune non ha confermato, rinunciando così al contributo del presente avviso».
Un'opportunità persa per il Comune di Aprilia, che proprio negli ultimi mesi ha rimesso mano a edifici scolastici datati e da sistemare e sempre a caccia di risorse da destinare allo scopo. Ad approfittarne è stato il piccolo comune di Lubriano, che non conta neanche mille abitanti: gli spetteranno 92 mila 24 euro del Miur da destinare alla risistemazione della materna del paese.