Dal 29 maggio 2020 la movida di Anzio subirà uno stop: infatti, tutte le attività di somministrazione di alimenti e bevande, ma anche le attività artigianali con consumazione sul posto, bar, ristoranti, pizzerie, pub, gelaterie, pasticcerie ed esercizi vari, dovranno chiudere i battenti a mezzanotte.

Lo ha deciso il sindaco della città, Candido De Angelis, che ha appena firmato un'ordinanza valida a partire proprio dal prossimo weekend, al fine di limitare l'apertura dei locali e scongiurare una movida che potrebbe essere fuori controllo, fermo restando a qualsiasi ora del giorno e della notte il divieto assoluto di assembramenti, sia in luoghi pubblici che in quelli aperti al pubblico.

"L'inosservanza del provvedimento di chiusura è punibile penalmente - spiegano dal Comune -; eventuali sanzioni saranno applicate con la procedura prevista dalla Legge 689 del 1991 e dalla legge regionale 90/ del 1983. La polizia locale e gli agenti della forza pubblica sono incaricati per l'esecuzione dell'ordinanza".