Si è presentato oggi alla stampa il vice questore aggiunto Gian Luca Porroni che da una decina di giorni si è insediato alla dirigenza della sezione di Polizia stradale della provincia di Latina. Ha 46 anni ed è approdato al comando di via dei Volsini dopo avere diretto per cinque anni la Polstrada di Viterbo, la sua terra d'origine.


«Porto con me un notevole bagaglio, ricco di esperienze umane e professionali - ha esordito Porroni - In considerazione del nuovo incarico, in sinergia con Prefetto e Questore, seguendo le direttive del Dirigente del Compartimento Lazio, metterò a frutto, per cercare di rinnovare, migliorare, progettare i cambiamenti possibili e di qualità per tutta l'utenza, attraverso una costante presenza delle nostre unità addette alla vigilanza stradale e ai servizi specialisti di Polizia giudiziaria».


Affiancato dai commissari Igino Pandolfi e Tiziano Canu che coordinano i due settori della Sezione di Latina, il vice questore aggiunto Porroni in questi giorni ha avuto modo di conoscere personale e distaccamenti, ma anche e soprattutto analizzare la provincia di Latina, con le sue caratteristiche e criticità. La presentazione alla stampa è stata anche l'occasione per annunciare il rinnovato potenziamento dei distaccamenti del litorale che potranno contare sull'aggiunta di personale necessario al potenziamento dei controlli.


Sposato e padre di una figlia di 18 anni, originario di Montefiascone, Gian Luca Porroni è entrato in Polizia nel 1993 quando ha vinto il concorso da vice commissario. Laureato in Giurisprudenza, nel primo incarico è stato assegnato nel 1998 alla Questura di Verbania dove ha diretto la Squadra Mobile e l'Ufficio immigrazione, prima di essere trasferito a Perugia dove ha diretto Ufficio di Gabinetto e Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.

Prima di spostarsi alla Polizia Stradale nel 2015, a partire dal 2004 Porroni ha maturato una lunga esperienza presso la Scuola Allievi Agenti della Polizia di Stato di Spoleto dove ha ricoperto dapprima l'incarico di comandante del reparto allievi fino all'ottobre 2007, quando ha assunto l'incarico di direttore dell'ufficio corsi, e infine la direzione dell'ufficio studi e documentazione. Quindi il trasferimento alla Stradale di Viterbo e la scelta di perfezionarsi nella specialità. Una carriera dedicata anche alla formazione, al perfezionamento e all'aggiornamento.