Riapre un'attività di noleggio sul lungomare di Sabaudia. Si tratta dell'attività denominata "Le Vele" fino a ieri chiusa insieme ad altri 3 noleggi. I ricorrenti assistiti dall'avvocato Andrea Celebrano avevano chiesto al Tar l'annullamento previa sospensione dell'efficacia, della dichiarazione di improcedibilità della pratica scia presentata al Suap del Comune. L'Ente non si è costituito in giudizio. Il Tar con un decreto ha accolto la domanda di sospensione fissando la trattazione in camera collegiale per il prossimo 20 luglio.

Quindi per l'ora l'attività di noleggio può riaprire. Un precedente che cambia le carte in tavola anche per le altre 3 attività al momento chiuse. La situazione sul lungomare di Sabaudia è piuttosto complessa. I contenziosi vanno avanti da tempo anche i con i titolari di concessioni e stabilimenti e molti sono legati ai sequestri effettuati lo scorso anno per via di una serie di abusi riscontrati a seguito degli accertamenti effettuati dai Carabinieri forestali e della Polizia locale di concerto con gli uffici comunali e il Parco nazionale del Circeo. I contenziosi in piedi con il Comune, sono davvero molti anche per questione legata all'alta valenza turistica. Intanto la stagione balneare va avanti e sembra che presto possano arrivare novità per quanto riguarda la App almeno per quanto riguarda i gestori delle attività.

Sulla questione il Comune ha precisato che si costituirà comunque in giudizio per la trattazione in camera collegiale: "Il provvedimento è stato emesso in "audita altera parte". Adesso verrà notificato al Comune insieme al ricorso e l'ente si costituirà in giudizio per l'udienza di sospensiva del 20 luglio. Quindi il Comune non si è costituito unicamente perché non vi erano le condizioni per poterlo fare trattandosi di un provvedimento in audita altera parte"