È una storia molto particolare, quella che arriva da Ostia e che vede come uno dei protagonisti un 49enne di Tor San Lorenzo.

In particolare, l'uomo residente nella popolosa frazione di Ardea è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia della frazione litoranea di Roma - coordinati dal capitano Fabio Rosati - in quanto ritenuto il presunto responsabile di una rapina e di un tentativo di estorsione ai danni di una transessuale.

Nello specifico, gli accertamenti messi in atto dai carabinieri sono partiti dalla denuncia che la transessuale d'origine argentina ha presentato in caserma nei giorni scorsi: questa persona, infatti, ha riferito come il 49enne di Ardea, che conosceva da un po', in due occasioni non si sarebbe comportato bene con lei.

Gli episodi, stando a quanto ricostruito dai carabinieri, risalirebbero al 16 e al 30 giugno scorsi: l'uomo, in queste occasioni, avrebbe rapinato la transessuale e le avrebbe anche avanzato una richiesta di denaro, ritenuta di carattere estorsivo.

Chiaramente, una volta raccolta la denuncia, i carabinieri hanno effettuato alcuni riscontri e, dopo aver informato il magistrato di turno della Procura di Roma, hanno chiesto e ottenuto l'arresto dell'uomo.

Il 49enne, dopo le formalità di rito espletate in caserma, è stato associato al carcere di Roma Rebibbia e posto a disposizione dell'autorità giudiziaria della Capitale.

Le indagini, però, non sono finite: i carabinieri di Ostia, infatti, stanno continuando a fare luce sul rapporto tra la vittima della rapina e del tentativo estorsivo e l'uomo arrestato, al fine di avere un quadro più delineato dell'intera faccenda.