L'ospedale Santa Maria Goretti di Latina è stato preso letteralmente d'assalto da persone che hanno richiesto di sottoporsi al tampone per verificare la positività al covid-19. Una fila di automobili ha intasato viale Michelangelo, tanto da essersi reso necessario l'intervento del personale della polizia locale, chiamato a  decongestionare il traffico provocato dall'intensa richiesta dell'esame "drive-in". Anche per questo motivo  la Asl ha deciso di scaglionare gli interventi, dividendo l'utenza in gruppi. Tra quelle chiamate direttamente dall'azienda sanitaria locale e coloro che hanno deciso di sottoporsi spontaneamente al tampone, si prevede per la giornata odierna un afflusso di centinaia e centinaia di persone. Una situazione generata dall'esplosione dei due focolai relativi ai bagnini di Sabaudia che nei giorni scorsi hanno portato anche alla chiusura di alcuni esercizi commerciali e locali frequentati dai giovani della "movida" che sono venuti a contatto tra Latina e Sabaudia con i due casi di positività al covid-19.