Ci risiamo. E si prevedono di nuovo grossi disagi di viabilità a Formia.  A breve subirà un restringimento la carreggiata di via Lungomare della Repubblica, meglio nota come la Litoranea, oltre che una riduzione del limite di velocità.

Un provvedimento che si rende necessario in quanto uno dei piloni del viadotto (nel tratto antistante il vecchio pastificio, in pratica) sta presentando delle criticità e bisognerà intervenire. Nel frattempo l'amministrazione comunale dovrà adottare delle misure precauzionali volte a ridurre le sollecitazioni alle quali l'infrastruttura risulta sottoposta.

E' quanto è emerso dal tavolo tecnico che si è tenuto ieri mattina in Prefettura a Latina, proprio per esaminare la problematica relativa al viadotto che riveste un'importanza strategica dal punto di vista viario in quanto situato lungo la strada di collegamento tra Napoli e Roma.
All'incontro hanno preso parte il sindaco di Formia, accompagnato dal vicecomandante della Polizia locale e dai consulenti e tecnici comunali, il comandante della Polizia stradale, il dirigente del Commissariato di Polizia di Formia e rappresentanti del Norm-sezione radiomobile dei carabinieri e della sezione operativa della Guardia di Finanza di Formia.

Ebbene, i consulenti comunali hanno portato all'attenzione dei presenti le criticità dell'ultimo viadotto - poco prima della rotonda - emerse durante un monitoraggio e verifica dello stato dei cavalcavia presenti sul territorio. Uno dei piloni necessiterebbe di un consolidamento. Preso atto di questa problematica, è stato deciso che bisogna intanto restringere la carreggiata e ridurre la velocità - in pratica ci sarà il senso unico alternato, per ridurre il carico. Un provvedimento che dovrebbe essere firmato a giorni.
Intanto proseguiranno le attività di accertamento e verifica da parte dei tecnici del Comune circa lo stato del viadotto per poi elaborare un progetto esecutivo definitivo di interventi.