Dopo avere rubato un'auto sul lungomare, i soliti ignoti non hanno resistito alla tentazione di svaligiare anche l'abitazione utilizzando le chiavi del portone che le vittime avevano ingenuamente lasciato nell'abitacolo, oltretutto approfittando del fatto che i malcapitati, in spiaggia a prendere il sole, non si sarebbero accorti molto presto di quello che stava succedendo. Una giornata di mare a Sabaudia si è trasformata in un incubo per una famiglia di Borgo Montello, derubata di due vetture piuttosto nuove, la seconda portata via insieme a soldi e gioielli che i ladri hanno trovato passando in rassegna la casa.
La scoperta del doppio colpo risale al pomeriggio di ieri, probabilmente quando i banditi avevano portato a termine la loro missione già da un po'. Del resto le vittime si sono rese conto che la loro Lancia Ypsilon era stata rubata solo quando hanno lasciato la spiaggia per fare ritorno a casa, senza immaginare minimamente che oltre a far sparire l'utilitaria, i ladri avevano passato in rassegna anche il loro appartamento. Solo mentre si adoperavano alla ricerca di un passaggio per fare ritorno a Borgo Montello, qualcuno li ha avvisati che c'era stato un furto nell'abitazione: a quel punto è scattata la segnalazione alla centrale operativa del 113.

All'arrivo dei poliziotti della Squadra Volante nel condominio dove la famiglia derubata vive, c'era ben poco da fare, se non cristallizzare la scena fino all'arrivo degli specialisti della scientifica che hanno passato l'immobile al setaccio alla ricerca di tracce utili all'identificazione dei banditi. Quando i proprietari di casa hanno potuto controllare le stanze, hanno accertato che i ladri avevano avuto tutto il tempo di rovistare alla ricerca di gioielli e soldi, mettendo tutto a soqquadro.