Proseguono gli accertamenti nell'area di "Punto Gomme", ossia la serie di capannoni distrutti da un incendio ieri notte in via di Valle Caia, alla periferia di Ardea, nei pressi dei confini con Pomezia e Aprilia.
Le indagini sono condotte dai carabinieri della Tenenza di Ardea e della Compagnia di Anzio - coordinati dal capitano Giulio Pisani.

Da ore nella zona le forze dell'ordine sono presenti accanto ai vigili del fuoco che stanno mettendo in sicurezza la zona, al fine di scongiurare nuovi focolai: ricordiamo, infatti, che a bruciare sono stati migliaia e migliaia di pneumatici, stoccati in un'area grande seimila metri quadrati e composta da sei capannoni (ce ne sono anche altri due di diverse attività, risparmiati dalle fiamme).

Seppure le cause siano ancora da accertare, la pista dolosa resta quella maggiormente battuta, anche perché non si esclude che i focolai possano essere stati diversi e contemporanei.

I carabinieri, ma anche la polizia locale, stanno acquisendo le immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti nell'area e in attività vicine.

In attesa di conoscere i risultati delle analisi dell'aria effettuate dall'Arpa Lazio, la zona pare sia stata sottoposta a sequestro da parte della Municipale sia per mantenere lo stato dei luoghi che per garantire il prosieguo delle indagini, anche relativamente alle autorizzazioni della struttura e alle verifiche sugli impianti antincendio.