"L'uccisione e la mutilazione di una volpe, il cui corpo è stato brutalmente "esposto" su un cartello nell'Oasi Verde Susetta Guerrini, è un atto vergognoso che non può lasciarci indifferenti". Parole dell'assessore all'Ambiente di Latina, Dario Bellini, a seguito del ritrovamento della carcassa dell'animale sul cartello in Q4.

"In una società civile non c'è spazio per simili gesti e non posso non esprimere pubblicamente tutta la mia indignazione per quanto accaduto. Siamo al fianco di tutti coloro, associazioni o semplici cittadini, che si impegnano con sensibilità, ogni giorno, per mantenere alta l'attenzione sulle tematiche ambientali. Auspichiamo che le indagini possano portare presto all'individuazione dei responsabili di questo brutale gesto".

Scoperta choc ieri mattina nel parco Oasi Verde che si trova tra i quartieri Q4 e Q5 a ridosso di viale Nervi, nei pressi dei palazzoni popolari. Alcuni cittadini che stavano facendo una passeggiata hanno notato il corpo senza vita di una piccola volpe che ignoti avevano messo sulla sommità del cartello all'ingresso del parco. Intuendo che doveva trattarsi di un gesto compiuto da un essere umano, è scattata la segnalazione alle guardie zoofile della Adda Onlus, Associazione Difesa Diritti Animali. Un volontario della onlus ha raggiunto quindi il parco Oasi Verde per la rimozione dell'animale, probabilmente una volpe non ancora adulta. Un particolare che non lascia ben sperare sulla fina dell'animale, riguarda il fatto che la coda fosse mozzata. Insomma, è forte il sospetto che la volpe sia stata maltrattata e uccisa, poi appesa a quel cartello, senza alcun rispetto. Le guardie zoofile hanno inoltre reso noto che il corpo dell'animale selvatico è stato preso in consegna da una dottoressa veterinaria dell'Istituto zooprofilattico sperimentale per gli accertamenti che potranno rivelare la natura del decesso.
Intanto i volontari hanno lanciato un appello, alla ricerca di qualche testimone che possa aiutare a capire cosa sia successo. Questo il messaggio pubblicato su Facebook alla ricerca di informazioni utili: Chiunque avesse visto chi lo ha posato o sapesse qualcosa sull'accaduto, è pregato di contattare le guardie zoofile A.D.D.A. al 335727591.

di: La Redazione