E' piantonato al San Camillo di Roma in gravi condizioni il 53enne di origini campane che questa mattina ha accoltellato con numerosi fendenti la moglie per poi tentare il suicidio. La donna, una 45enne madre di una ragazza maggiorenne, è stata curata all'ospedale Fiorni di Terracina, per fortuna non ha riportato gravi ferite, anche grazie al tempestivo intervento di alcuni vicini e subito dopo della Polizia. Il 53enne è in prognosi riservata, per la gravità delle ferite causate dai fendenti che lui stesso si è sferrato sia all'addome che alla gola.

Stando a quanto ricostruito dalla Polizia, l'uomo ieri mattina ha tentato di uccidere la moglie e solo all'arrivo delle forze dell'ordine, allertate dai vicini, ha desistito chiudendosi in casa, dove si trovava anche la figlia maggiorenne.

"L'uomo, dopo aver tentato di uccidere la coniuge - con cui è in atto la separazione ma permane la convivenza - si legge nella nota della Questura - all'arrivo della Polizia desisteva dagli intenti omicidiari volgendo verso sé stesso analoga violenza e infliggendosi sull'addome e al collo ferite con un grosso coltello.

"Solo grazie al pronto intervento degli agenti l'uomo non riusciva nell'intento suicidario ma riportava gravissime ferite per le quali veniva trasportato con eliambulanza presso un Ospedale di Roma per essere sottoposto a delicato intervento chirurgico".