Nel reparto di Malattie infettive del Santa Maria Goretti non ci sono più posti letto a disposizione. Non ce ne sono nemmeno al secondo piano, nell'ala riservata ai malati Covid (ex Urologia), di conseguenza tutte le persone positive ricoverate ieri sono state sistemate per il momento nella zona riservata al Coronavirus del Pronto Soccorso. Tra loro figura una donna, arrivata al Goretti trasportata dal 118 proveniente dalla Casa della salute di Sezze.

Il direttore della Asl Giorgio Casati è stato un cattivo profeta quando, in video conferenza la scorsa settimana, aveva invitato a mantenere la massima allerta proprio all'interno di Rsa e strutture simili, chiedendo di limitare le visite nei locali a rischio. La minaccia di nuovi focolai, adesso, è altissima. Intanto dal Goretti è stato trasferito in gravi condizioni allo Spallanzani un avvocato di Cisterna.

All'interno del nosocomio del capoluogo, dove un infermiere era risultato positivo la scorsa settimana (tutti negativi i tamponi effettuati all'equipe chirurgica della sala operatoria), ieri si sono registrati altri due casi di Coronavirus: contagiate una dottoressa del reparto di Malattie infettive e un'anestesista.