Travolse e uccise due fratelli, il terzo rimase gravemente ferito. Ha deciso di patteggiare una pena di reclusione a due anni Joseph Avarello, l'uomo che la mattina del 9 maggio 2015 al volante della sua Fiat Uno, piombò sulla fermata del Cotral lungo via Nettunense, angolo con via dei Giardini, travolgendo i tre ragazzi, Sandeep Kaur, Amandeep Singh e Gagandeep Sidhu e uccidendo sul colpo i primi due di 19 e 21 anni.

Con l'automobilista apriliano, stamattina in aula, erano chiamati a comparire davanti al Gup Giuseppe Cario anche i vertici di Cotral, sia amministratori e che dirigente responsabile delle fermate perché ritenuti corresponsabili dell'omicidio stradale per non aver messo in sicurezza l'area di fermata e di attesa. Questi tre però, al termine dell'udienza sono stati prosciolti.