Fango e detriti in paese. Torrente Pontone sorvegliato speciale.Il comune di Itri nella morsa del maltempo. Da diverse ore il paese è alle prese con allagamenti e anche colate di fango su alcune strade. Il sindaco Giovanni Agresti ha disposto la chiusura delle scuole a partire da oggi e fino a quando non saranno riprisitnate le condizioni di sicurezza. Eloquenti le foto pubblicate dalla pagina Itrincontatto, provenienti dagli scatti dei residenti. La zona Campiglioni si è allagata, e massi e detriti bloccano alcune strade. Giovenco, San Gennaro, Campoli, sono moltissime le contrade colpite dal maltempo. Ovviamente è sotto stretta osservazione il torrente Pontone.

"Un disastro. Il problema idrogeologico si è palesato in tutta la sua potenza, dopo gli incendi di questa estate, dalla montagna c'è stato l'effetto scivolo nella zona Campiglioni San Gennaro. Da mezzanotte e un quarto siamo al lavoro". Così il sindaco di Itri Giovanni Agresti, raggiunto al telefono mentre si trova con i vigili del fuoco, la protezione civile a fare la conta dei danni causati dal maltempo. "Non è esondato il Pontone, siamo dalla parte dei Campiglioni. La montagna è scivolata giù a causa degli incendi" spiega. Un problema grosso, i danni sono ingenti, le strade si sono spaccate e trasformate in torrenti. "Dalla mezzanotte di ieri sono state recuperate alcune famiglie che erano rimaste isolate, ora ne saranno recuperate altre. Problemi alle persone non ci sono stati, ma il danno idrogeologico è ingente". Una ventina le auto trascinate da fango e pietre e dunque danneggiate, recuperate nella notte. Il sindaco ha chiuso le scuole già da ieri notte, diramando un comunicato con il dirigente scolastico. Probabilmente il provvedimento durerà anche nei prossimi giorni. Sospeso anche il mercato settimanale.