Disagi all'ospedale Fiorini e in generale nel presidio ospedaliero centro a causa di alcuni guasti che stanno interessando la tac nei fine settimana.

Il weekend appena trascorso, quello che ha riguardato le festività pasquali e che è stato un'anticipazione dell'estate alle porte quanto a presenze turistiche registrate sul litorale, è stato il terzo fine settimana consecutivo nel quale si sono registrati problemi con il funzionamento dell'importante impianto di diagnostica computerizzata. Un problema che, stando a chi conosce la materia, potrebbe essere legato al sovraccarico del sistema, a cui non si riesce, però, a far fronte nei giorni festivi e negli orari notturni, sembrerebbe per la mancanza di un servizio di reperibilità immediata di tecnici.

Con la tac bloccata, non è rimasto altro da fare che procedere con i trasferimenti in altri ospedali del territorio, attraverso il trasporto dei pazienti in ambulanza con tramite l'Ucto. Che ha, comunque, un costo.

Il disagio, come comprensibile, complica il lavoro dei reparti di emergenza, per un presidio centro costretto ad operare non al massimo delle sue potenzialità. A pochi mesi dall'avvio della stagione estiva, quando saranno in arrivo flussi turistici che si annunciano importanti, con incremento anche del doppio della popolazione residente e dunque della potenziale utenza, la situazione non lascia tranquilli gli operatori della sanità, già consci del problema di più lungo corso relativo alla mancanza di medici, come registrato di recente al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni di Dio di Fondi, dove si fa fatica a coprire la turnazione, senza contare le ferie arretrate, gli straordinari, le assenze per malattia, e i doppi turni.

Una buona notizia a Fondi c'è, ad ogni modo: è arrivata la nuova Tac, annunciata proprio qualche settimana fa nel corso di un incontro tra l'amministrazione comunale e il direttore sanitario Giuseppe Ciarlo.

Proprio in questi giorni il macchinario è in fase di montaggio ma la sua entrata in funzione non sarà immediata. Ci vorranno forse i primi giorni di maggio perché sia pienamente operativa.

Come è noto, si tratta di strutture che necessitano anche di una lunga preparazione, compresa quella tecnica ed informatica, per operare, vista la complessità delle funzioni cui le tac sono destinate.