Due rapinatori hanno messo a segno un colpo da manuale, preparato nei minimi particolari per svuotare la cassaforte dei preziosi di una gioielleria di Borgo Montello. Per mettere le mani sul bottino, ancora in fase di quantificazione, i banditi hanno scelto la via più complicata, ma efficace per aggirare i dispositivi antifurto del negozio: nottetempo gli sconosciuti si sono introdotti nel locale adiacente forzando una finestra, quindi hanno bucato il muro comunicante e si sono fatti trovare nel retrobottega della gioielleria quando ieri mattina le commesse si sono presentate per l'apertura.

Al loro ingresso, le hanno costrette ad aprire il caveau sotto la minaccia di una pistola e un coltello. Ingente il bottino. Sul caso indaga la Polizia.