Quella tanica di benzina appoggiata all'esterno di un'attività di via XXIV maggio a Fondi aveva destato preoccupazione. Tanto che il titolare dell'attività, alla luce dei precedenti episodi che si sono registrati a marzo in questa stessa zona, ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri. Un possibile atto intimidatorio che – ci ha tenuto a precisare mercoledì l'imprenditore – non era rivolto a lui, che di recente ha aperto l'impresa in quella zona. I carabinieri hanno subito avviato i dovuti accertamenti e poco dopo è stato svelato l'arcano. Quella tanica era stata lasciata lì per dimenticanza da un giardiniere incaricato di tagliare il prato. Il ritrovamento aveva però destato da subito preoccupazione visto che in quella stessa strada a marzo erano state prese a picconate le vetrine di due locali e si era registrato un tentativo d'incendio di un'auto. Stavolta, però, per fortuna la tanica di benzina lasciata fuori da un locale è stata solo una dimenticanza.