Non era in aula ma essendo la figura cardine del processo, imputato per una maxitruffa legata ad investimenti fantasma, qualcuno dovrà andarlo a cercare in Africa. La motivazione per cui ieri è saltata ancora una volta l'udienza è semplice e disarmante: si rinvia al 20 febbraio 2018 per omessa notifica all'interessato e per consentire la ricerca in Kenya di Roberto Ciavolella. Sì, proprio lui, l'ex promoter scappato appunto in Kenya dopo aver beffato una trentina di clienti che pensavano di avergli consegnato denaro capace di fruttare interessi e che, invece, hanno perso tutto. Ora sono tutti parte civile al processo che, però, non riesce ad andare avanti perché manca la notifica degli atti all'imputato, introvabile. Le storie inserite nel fascicolo del dibattimento sono tante ma si somigliano