E' stata recuperata questa mattina la parte di un'ancora di pietra scoperta nelle scorse settimane nel mare del Circeo da Umberto Natoli. Secondo una prima datazione il reperto risalirebbe a oltre 2.500 anni fa. Le operazioni di recupero, effettuate in accordo con la Soprintendenza, sono state svolte dall'associazione di archeologici subacquei "Asso", che hanno una convenzione con il Comune, insieme alla capitaneria di porto e alla cooperativa Circeo 1°. Presenti sul posto il sindaco Giuseppe Schiboni, il delegato ai Beni culturali Angelo Guattari, il comandante della capitaneria di porto Dino Mucciarelli. Ora il reperto sarà restaurato e poi esposto.