Alcuni agenti della polizia di Stato del reparto mobile in transito sul Grande raccordo anulare di Roma, all'altezza del chilometro.47, hanno notato il conducente di un'autovettura viaggiare a elevata velocità. L'uomo, identificato per S.A., di 32 anni, domiciliato presso il campo nomadi di via Pontina, a Castel Romano (zona di confine fra la Capitale d'Italia e Pomezia), dopo aver tentato di speronare il mezzo dei poliziotti mentre cercavano di fermarlo con i sistemi di segnalazione acustica e visiva attivati, è stato bloccato. All'atto del controllo, lo stesso, ha continuato a opporre resistenza dimenandosi con le braccia e le gambe. Indosso, aveva delle siringhe e, alla richiesta degli agenti ammetteva di far uso di stupefacenti, così come risultato successivamente dagli accertamenti clinici. Il veicolo, privo di copertura assicurativa, è stato sottoposto a fermo e l'uomo, è stato arrestato per resistenza e minacce a pubblico ufficiale nonché denunciato per guida senza patente.