I giudici del Tribunale del Riesame hanno confermato il quadro indiziario e le esigenze cautelari nei confronti dell'uomo di 52 anni, residente a Latina accusato di aver abusato della figliastra, una bambina di 11 anni. Nei giorni scorsi si era svolta l'udienza a Roma e i legali dell'indagato che è detenuto in carcere avevano impugnato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere richiesta dal pubblico ministero Gregorio Capasso ed emessa dal gip del Tribunale di Latina che avevano contestato le accuse di violenza sessuale con l'aggravante della minore età della parte offesa. Nel corso dell'interrogatorio di garanzia davanti al magistrato, l'uomo aveva negato le accuse sostenendo di non aver mai toccato la piccola e inoltre ha aggiunto che con la mamma e la famiglia c'era anche un buon rapporto. Al Riesame invece ha retto l'accusa contestata: quella di violenza sessuale aggravata.