Resta in carcere Carmine Di Silvio,il 27enne di Latina dell'omonima famiglia che si spacciava per poliziotto e che ha rapinato cinque giovani,tra cui un minore del capoluogo. Il gip Giuseppe Cario al termine dell'interrogatorio ha convalidato l'arresto e ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere accogliendo in pieno la prospettazione della Squadra Mobile che nei giorni scorsi aveva arrestato il 27enne. Carmine Di Silvio di fronte alle contestazioni di rapina aggravata e sostituzione di persona,si è avvalso della facoltà di non rispondere. I fatti contestati sono avvenuti a Latina tra il primo luglio e il quattro agosto.