Nelle scorse ore, la polizia locale di Anzio - coordinata dal comandante Sergio Ierace - ha eseguito cinque sequestri disposti dalla Procura della Repubblica di Velletri, a firma dei Sostituti Procuratori Morra e Verdi e del Gip De Angelis, a carico di due stabilimenti balneari e tre cittadini per diverse opere abusive eseguite sul territorio di Anzio.

Nello specifico, nel mirino della Procura sono finite due verande e un appartamento, realizzati senza autorizzazione da parte di tre privati cittadini, oltre a quattro strutture sul mare costruite da un paio di stabilimenti balneari. A carico di uno di questi lidi, la polizia locale ha inoltre elevato verbali sia per aver accertato l'assenza di autorizzazioni allo svolgimento di noleggio di ombrelloni e lettini, sia per aver adibito, senza alcuna autorizzazione, un nuovo locale ove si somministravano alimenti e bevande. Veniva altresì accertato che la licenza utilizzata sino a quel momento era una autorizzazione da itinerante illecitamente esercitata in modo fisso. Di fatto l'escamotage trovato, secondo la polizia locale, permetteva ai gestori di adibire un semplice camion-bar a luogo fisso di ristoro per gli avventori del predetto stabilimento. In totale il gestire è stato sanzionato per oltre 12.000 euro.