Saranno celebrati domani pomeriggio (31 agosto 2017), alle 14.30, nella Chiesa del Sacro Cuore di Nettuno, i funerali di Giuseppe Dolfa, l'anziano morto dopo diversi giorni di ricovero all'ospedale di Anzio a margine del terribile incidente stradale della notte compresa fra il 19 e il 20 agosto scorsi, quando perse la vita anche la moglie, Elena Saputo.

Nelle scorse ore, infatti, sono state affisse le epigrafi in città, con la foto dell'anziano conducente della Panda protagoniste del terrificante scontro sulla Nettuno-Velletri, che ha coinvolto anche altre due auto.

I funerali della moglie Elena erano stati celebrati venerdì scorso, sempre nella Parrocchia nettunese del Sacro Cuore, in via Santa Maria, a pochissima distanza dalla casa dei due coniugi che, al momento dell'incidente, stavano tornando dalla festa di compleanno del nipote.

E' un dramma senza fine quello che, a Nettuno, stanno vivendo le famiglia Dolfa e Saputo: infatti, l'incidente stradale della notte compresa fra sabato 19 e domenica 20 agosto vede il suo bilancio aggravarsi ancora: nelle scorse ore, anche Giuseppe Dolfa, l'86enne marito di Elena Saputo, la donna che ha perso la vita nel terribile scontro sulla Nettuno-Velletri, è morto. L'uomo era ricoverato in terapia intensiva, all'ospedale di Anzio, fin dalle ore successive allo scontro fra tre vetture all'altezza dell'incrocio fra la Provinciale per Piscina Cardillo e via Santa Marinella: le sue condizioni, purtroppo, sono sempre rimaste gravissime e, dopo oltre una settimana di agonia, il suo cuore ha cessato di battere.

Ricordiamo che Giuseppe ed Elena stavano facendo ritorno dalla festa di compleanno del nipote quando, per cause al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Anzio - coordinati dal capitano Lorenzo Buschittari - l'uomo, che era al volante, ha perso il controllo della Fiat Panda ed è finito contro un suv Dodge Nitro e una Fiat Bravo. 

I funerali della donna sono stati celebrati venerdì scorso, nella Chiesa del Sacro Cuore di Nettuno: nelle prossime ore si conoscerà quando potrà essere dato l'ultimo saluto all'uomo, verosimilmente nella medesima Parrocchia nettunese. 

di: Francesco Marzoli